Rhodiola rosea

13.02.2019

Generalità

La rodiola (Rhodiola rosea) è una piccola pianta erbacea appartenente alla Famiglia delle Crassulaceae.
Diffusa nelle regioni subartiche e in quelle montuose di tutta l'Eurasia, Alpi incluse, la rodiola è anche nota come "radice d'oro" o "radice artica".

La rodiola è un ingrediente tipico della medicina tradizionale russa, scandinava e cinese, propagandato per i suoi effetti positivi sulla vitalità fisica e cognitiva.
In condizioni di stress psico-fisici prolungati, la rodiola sembra ridurre la fatica e la stanchezza generali. Nelle prove preliminari, la rodiola si è dimostrata neuro-protettiva e coinvolta nell'aumento della longevità (quest'ultimo aspetto non è stato successivamente confermato sull'organismo dei mammiferi).
Dopo il ginseng, la rodiola è probabilmente la seconda pianta adattogena più diffusa e utilizzata al mondo.

Indicazioni

Quando usare la rodiola?

La Rodiola è una pianta medicinale con una storia ricca e affascinante; è infatti conosciuta da tempi immemori come utile ausilio per rinvigorire la mente e il corpo.
La parte utilizzata, oggi come allora, è la radice, che si presta soprattutto al trattamento dello stress mentale e dell'affaticamento fisico generalizzato.
In particolare, la rodiola è indicata nell'integrazione alimentare di chi desidera:

•Ottimizzare le funzioni: epatica, muscolare, cardiaca, intellettiva;

 •Ridurre i sintomi della fatica e favorire il recupero dall'esaurimento fisico muscolare; 

•Contrastare i blandi sintomi depressivi associati alla debolezza e all'astenia 

•Promuovere l'attività cognitiva; 

•Migliorare le difese antiossidanti;

•Ridurre la sensazione di fame; 

•Nell'uomo, aumentare il vigore sessuale.